Home
For Women
For Practitioners
For Partners
Sex and Vaginismus
Vag. Central
Contact Us

Torna all'Indice

Riflessioni oneste di un partner sul vaginismo, sul sesso, sull'amore e sulla dilatazione



Abbiamo pensato di condividere con voi un'intervista che abbiamo fatto al ragazzo di una donna con il vaginismo che ha accettato gentilmente di darci le sue riflessioni sul vaginismo, sperando che vi ispirino o aiutino.

E' piuttosto lunga quindi abbiamo diviso l'intervista in sezioni, così potete cliccare sopra il titolo che vi ispira di piu'. Se siete uomini, siete avvertiti! Potrebbe non essere quello che vi aspettate di sentire! Ma tranquilli: questo ragazzo è uno di voi, un uomo perfettamente normale con cui probabilmente vi bevete una birra ogni venerdì sera al bar. Non e' hippy, gay, impotente o qualche cosa di strano, solo che pensa alle cose in maniera profonda e gli piace mettere in discussione i luoghi comuni e le parole usate troppo spesso senza pensare. Questo è tutto. Speriamo che anche voi lo farete...



1. Cosa c'entra il sesso con tutto questo ?

2. Su come il vaginismo pesi in una relazione di coppia e sulla 'compiacenza' di alcuni uomini

3. Su come il sesso puo' essere naturale anche con il vaginismo

4. Sul bisogno di curare il vaginismo al piu' presto e sui dottori

5. Sul frequentare o no ragazze single che hanno il vaginismo

6. Sul vivere con una donna che ha il vaginismo e come affrontare la frustrazione sessuale

7. Sul vaginismo e la pressione ad essere sessuali

8. Sugli uomini e il loro bisogno di sesso

9. Sulla pazienza degli uomini e dove finisce

10. Sulla delusione dopo che il sesso e' possibile

11. Sull'essere intimi anche senza il sesso

12. Sul vedere il vaginismo come qualcosa di positivo



1. Cosa c'entra il sesso con tutto questo?

Anche in un articolo molto recente sul vaginismo che è comparso nell'agenzia stampa nazionale malesiana, il vag. ancora è descritto come "un malessere sociale che turba e rovina le coppie se queste non cercano presto un rimedio adeguato". Ora, tu sei attualmente in un rapporto di lunga durata con una donna che ha sofferto di vaginismo e dici che il vaginismo o la mancanza di sesso penetrativo non è stata mai un problema per voi nel vostro rapporto, quindi perche' pensi che si trovano cosi tanti therapeuti, dottori, donne e uomini che vedono il vaginismo come una devastazione nella loro vita ?

Beh, per entrare in questo discorso bisognerebbe prima distruggere e riprogrammare i significati di tutti i valori moderni in pratica: i "rapporti di coppia", la 'vita sessuale', il 'bisogno di sesso'.. Per me tutte queste parole sono una gran presa in giro ma sono prese molto seriamente invece dai medici, dagli accademici ma per me sono solo un velo sottile per nascondere il comportamento selvaggio della gente. E sarebbe molto facile da tradurre in italiano tutte quelle belle parole, ma dovrei essere brutale e volgare. Per me il vaginismo è un problema molto semplice: significa che la donna non può avere sesso in un certo momento. Punto.

Ma a volte quel momento dura gli anni.


Sì, ma un momento è un momento, ora in questo momento non si puo' fare sesso, e questo è molto semplice. Intendo dire che è un presupposto molto rischioso per i medici e i sociologhi etc. quello di dire che quando una donna entra in un rapporto con un uomo, che il rapporto debba per forza prima o poi diventare sessuale per essere "normale". Solo perchè c' è un uomo non significa che il corpo di una donna dovrebbe accoglierlo favorevolmente. O accoglierlo favorevolmente in maniera regolare ecc.. Vedi, è ridicolo che la gente dice che una coppia deve avere sesso. È stupido e tuttavia è considerato mortalmente serio, completamente fondamentale. L'unica cosa mortalmente seria circa il sesso è che produce dei bambini reali... e che la pressione intorno al sesso fa spesso vivere le persone male. Da qualcosa di così insignificante viene molto dolore e sofferenza nel mondo... e per niente.

Sì, in nome del piacere.
Tuttavia gli scrittori dell'articolo qui sopra ed altri terapeuti implicano (e nemmeno andandoci giu' fine) che senza sesso una coppia è condannata perché il sesso è il legame piu' profondo fra loro e quindi la sua mancanza portera' pressioni piu' o meno inconscie e portera' a rompere la relazione. Quindi se per te non è sesso, che cosa vedi tu come la cosa che lega di piu' una coppia?


Guarda, io neppure presupporrei che ci sia un qualcosa che lega due persone piu' di ogni altra cosa... Forse non c'e' affatto un solo gesto che crea quel legame. Il sesso è solo come qualunque altra attività che puoi fare con il tuo partner, come guardare un tramonto insieme, o un bacio, tutto dipende da se siete completamente presenti in quel momento, oppure no. Se siete li' con la testa e c'è amore in voi, allora qualunque state facendo vi "leghera' ". Se non siete li con la testa o col cuore, allora e' tutto solo un gioco, un atto teatrale. Quindi che problema c'e' se manca il sesso in un rapporto cosi?

Beh, sarai d'accordo pero' che il sesso è più piacevole del guardare un tramonto insieme:)


Certo, su una scala che misura il piacere. Il sesso è un'attività dei sensi, e va benissimo, ma non necessariamente ha a che fare con l'amore. Se c'e' amore, allora c'è poca differenza tra l'intimita' di un rapporto completo e l'intimita' che si crea con un bacio, o un massaggio, o persino con una lettera, beh, per me almeno e' cosi...
Se siete completamente presenti e concentrati su quello che state facendo, non c'è alcuna differenza fra il sesso e un bacio appassionato, tranne il fatto che la gente da' al sesso un punteggio molto piu' alto nella scala dei successi personali.
In realta' un bacio e' piu' che sufficiente per condividere intimita', piacere e amore, ma la gente si annoia facilmente e desidera di più, e questo porta al sesso e poi a qualcuno non basta piu' nemmeno quello e allora si cercano un amante, o lo fanno in modi sempre piu' strani e cosi via.. nella ricerca dell'emozione suprema forse, qualunque sia per loro...

Ma un giorno capita che non riescono piu' a fare sesso, per mille motivi tra cui anche il vaginismo di una partner, ed ecco che altri problemi fondamentali circa i rapporti umani vengono fuori e fanno esplodere la coppia. È troppa fatica entrare in tutto quello e quindi è più facile incolpare il vaginismo piuttosto che capire che altro stava accadendo in quella coppia. Sbagliero' ma a me sembra che il sesso e il vaginismo vengano usati da molta gente come capri-espiatori.

2. Sul vaginismo che pesa in una coppia
e sulla compiacenza degli uomini

Negli ultimi anni ho comunicato con molte donne che hanno detto di non avere desiderio di rapporti sessuali completi o donne al cui partner non creava problemi il vaginismo, perche' l'intimita' sessuale che avevano trovato gli era piu' che sufficiente.
Quindi spesso abbiamo coppie sane e felici, eppure molti terapeuti o psicologi definiscono queste donne "avoidant", (donne che evitano qualcosa) e questi uomini "compiacenti" e incitano in pratica queste donne a ritenere la loro coppia a rischio se non smettono di evitare il sesso penetrativo, o sgridano questi uomini per non essere abbastanza 'aggressivi ' sessualmente, facendoli anche sentire in colpa di far continuare il vaginismo della compagna. (vaginismo che non gli crea nessuno problema...)
Immagino che secondo queste persone anche tu verresti considerato 'compiacente'. Che cosa ne pensi?

Hmmm... Quindi queste persone stanno dicendo che anche se siete abbastanza felici da portare avanti una relazione senza sesso, siete stupidi e siete anche cattivi/e perche' rischierete la salute mentale del vostro partner.
Direi che oltre ad essere una chiara strategia commerciale per vendere le loro terapie, stanno dicendo che a meno che non cambiate la persona che siete, anche se non desiderate cambiare, voi siete cattive persone.
Quello è il messaggio, perché nuocerete alla salute di vostro marito/moglie.
Vedi, la maggior parte della gente misura e si preoccupa davvero di quanto sesso fa e lo confrontano con quello che pensano che dovrebbero fare, ma per i pochi che sono liberi da questi tipi di pressione, arriva un libro o un terapeuta che gli dice: "Se siete una coppia felice che è libera da tutte quelle preoccupazioni sul sesso, allora attenti.. perché state generando una bomba a orologeria che scoppierà in faccia prima o poi e la vostra relazione saltera'!!"..
Che pazzie..

Quindi secondo te la mancanza di rapporti completi NON pesa su una coppia alla lunga?

Oh, certo che pesa, se hai QUEL genere di rapporto... E se siete in relazioni del genere, uscitene al piu' presto. Perche' vuol dire che avete problemi ben più grandi che il vaginismo..

3. Su come il sesso può essere naturale/spontaneo anche con il vaginismo


So quanto dai importanza all'avere un flusso libero tra partner, e a come le cose devono avvenire naturalmente e non per parte di un gioco delle parti o di una recita, ma una lamentela comune fatta dagli uomini è che con una donna con il vaginismo, il sesso difetta di spontaneita' a causa di tutte gli esercizi di dilatazione e il dover stare attento alla posizione ecc, quindi il sesso non è più qualcosa di "naturale" e questo frustra spesso sia gli uomini che le donne. Così come puoi dire che il sesso può essere naturale anche se la tua partner ha il vaginismo?


Beh, dipende cosa si intende per naturale..
Per me "naturale" significa qualcosa che viene dall'amore. Così, ad esempio , se tu non riesci a fare l'amore con qualcuno senza dolore o hai bisogno di molta cura e preparazione, allora dico che è evidente che se c'è amore fra voi due allora ci si prendera' cura di fare tutto quello di cui c'e' bisogno.
Non importa quanta preparazione, esercizi, non e' piu' un problema, qualsiasi aiuto di cui hai bisogno non e' piu' un problema, capisci ?
Non so se posso spiegare che cosa intendo per naturale, ma per me è qualcosa che fai ma che non viene da una motivazione, non e' una situazione di quelle dove fai pensando a cosa ottieni in cambio. Lo fai perche' e' la cosa giusta da fare in quel momento e basta.
Così, fare l'amore per te includerebbe naturalmente tutto quello che ti serve, qualsiasi tipo di preparativi, cura, gentilezza...
E verrebbe naturale fare tutto quello.
E se non riuscirai a farcela in un' occasione specifica allora non riuscirai, pace, nessun problema. E naturalmente la gente può condividere moltissima intimita' fisica anche senza il sesso penetrativo, forse anche di piu'!
Quindi qualcuno puo' farne un problema se vuole, ma se c'è amore fra la gente, allora non c'e' delusione o aspettativa... non c'è pressione, non c'è una prestazione.
C'e' ascolto, c'e' comprensione, c'e' una comunicazione aperta.. e le cose quindi sono naturali...

Sulla NECESSITA' di trattare il vaginismo a tutti i costi
e sui dottori

Qualcosa di preoccupante che leggo a volte e' quanto spesso i terapeuti dicono alle donne di non pensare troppo alle cause del loro vaginismo ma di iniziare a risolverlo appena possibile. Guarda questo articolo apparso recente sul vaginismo in Malesia ed in India per esempio, dove l'atteggiamento prevalente del dottore che ne parla è che il vaginismo "è un problema di salute serio perché le coppie vivono senza avere sesso la loro intera vita" e "questo deve essere sistemato".
Mi chiedo perchè tutto questo dramma e questa pressione a curare le donne che si chiudono al sesso quando sappiamo molto bene gli alti tassi di violenza coniugale e stupro maritale che esistono in India e in tutto il Sud-est asiatio, nonche' il problema che hanno con la sovrappopolazione.

E poi, perchè pensi che molti di questi terapeuti insistano sul fatto che il vaginismo possa essere trattato soltanto da un professionista quando sappiamo bene che si puo' curare da se' o con l'aiuto di gruppi di sostegno?

Bene, sembra evidente a me che il vaginismo stia venendo commercializzato con successo... ma forse ad alcune donne questo non interessa.. Ma che terapeuti e dottori dicano che non dovreste essere interessate nello scoprire perchè siete come siete, ovviamente e' una tecnica di vendita..
Quello che stanno dicendo in realta' e': "Noi terapeuti abbiamo le risposte sul vostro corpo, NON voi! quindi pagate i vostri soldi, dimenticatevi perche' avete quel problema e noi ve lo risolveremo".
Mi ricorda molto quello che succede nella chirurgia plastica, hai presente? .. in effetti questo è molto simile a quello che succede in un ambulatorio di chirurgia plastica, è una scorciatoia al risultato che desiderate e nasconde totalmente le vere questioni di fondo..
"Riparate il vaginsmo e riparerete la vostra persona e la vostra coppia". Non credo proprio..
Ma questo è quello che la gente desidera, desidera i risultati che si possono vedere e quindi compra chi glieli promette.
È una tecnica molto standard di vendite e funziona molto bene e rende i medici ricchi. Penso che i medici in effetti siano quelli che non stanno venendo messi in discussione abbastanza in questo contesto.
Forse esagero ma non potrebbe essere che alcune donne con il vaginismus abbiano corpi molto intelligenti, che le proteggono da qualcosa che non possano coscientemente esprimere bene, così in molti casi il vaginismo potrebbe essere un modo del corpo di dire alla donna:
"Hey, aspetta un attimo, io non ci voglio piu' entrare quella situazione!!" (sesso doloroso, marito abusivo, un'altra gravidanza, sesso indesiderabile ecc..). È abbastanza chiaro che per alcune donne il vaginismo può essere un meccanismo protettivo, giusto? Ma i medici sembrano tutti d'accordo sull'eliminarlo e basta.

Vero, ma forse perche' molte donne possono comunicare soltanto con la loro mente "cosciente" e non vedono come inconsciamente il loro vaginismo potrebbe essere valido. Quindi, a livello consapevole, lo vedono solo come problema enorme e questi medici le aiutano a sbarazzarsene.

Certo, pero' i medici dovrebbero sapere bene come funziona l'inconscio, eppure partono quasi tutti dal presupposto che il vaginismo sia sempre 'una disfunzione'. Perchè?
Il corpo umano ha passato milioni di anni di sviluppo per sopravvivere ma il medico dice: "hey, ne so di piu' io del tuo corpo, usa questi dilatatori e muoviti!"
Quanto sono arroganti..

Sono d'accordo...
In questo sito sfidiamo la parola 'disfunzione 'e dalla nostra esperienza condivisa con le storie di molte donne, non c'e' dubbio che molte volte il vaginismo è un meccanismo protettivo molto funzionale effettivamente, o perlomeno totalmente comprensibile.
Noi suggeriamo che le donne cerchino di capire che cosa potrebbe averlo causato, e da che cosa potrebbe stare cercando di proteggerle, in modo che possano poi affrontare i problemi reali che magari hanno, o problemi di coppia, e suggeriamo che comincino a curarsi solo quando ritengono che non sara' una tragedia per il loro rapporto, in caso il trattamento non funzionasse.

Sì... ma la maggior parte della gente non vuole davvero questo, vero? Vogliono solo i risultati... E i medici e i terapeuti offrono le scorciatoie perché la gente paga per avere le scorciatoie...

5. Sul frequentare o meno donne single con il vaginismo

Mi intristisco quando leggo di donne con il vaginismo che si sentono giu' perche' pensano che per via del vaginismo sono senza speranza di trovare mai un ragazzo. Alcune smettono proprio di uscire o smettono amicizie molto belle perche' temono che appena si arrivera' a qualcosa di fisico, deluderanno quella persona dato che non possono garantire che ci potra' mai essere sesso in quella relazione.
Se continuano a uscirci, sentono di stare ingannandoli se non dicono niente sul fatto di essere vergini o di avere il vaginismo, pero' allo stesso tempo non e' per niente facile parlarne e sapere se fidarsi o meno a raccontare una cosa cosi intima, dato che si sente di molti ragazzi che appena lo sanno, spariscono...
Per fortuna molti invece restano, ma come partner di una donna che hai conosciuto ben sapendo che avesse il vaginismo, ti andrebbe di rassicurare queste ragazze sul fatto che uomini come te esistono ?

Ok, allora, onestamente non vedo la rilevanza del vaginismo in questa situazione...
Intendo dire, queste donne stanno dicendo che manca qualcosa nella loro vita, e questo qualcosa dovrebbe essere riempito da un uomo, quindi io metterei in discussione questo tanto per cominciare..
Dov'e' che le donne imparano che la loro vita ha senso e felicita' solo se trovano l'uomo giusto, si sposano e fanno figli?
Immagino che venga loro messo in testa fin da piccolissime quindi e' difficile immaginare altri modi di essere felici indipendentemente dal sesso o da un uomo.
Ma come vedi questo causa grandissime sofferenza. Queste donne si stanno focalizzando su una parte della loro vita sperando che se quella parte verra' aggiustata e funzionera', (tipo: "trovero' il ragazzo") allora poi anche tutto il resto funzionera' . Ma questa e' un'illusione ovviamente...
Inoltre queste donne sembrano dire che come esseri umani non valgono un granche' a meno che non abbiamo quello che (credono) che un uomo vuole da una donna... QUindi io metterei in discussione tutte queste cose piuttosto che rassicurarle che ci sono al mondo uomini che hanno voglia di avere una relazione stimolante con una donna eccezionale, sia che ci sia la possibilita' di fare sesso con lei o meno.

6. Sul vivere vicino ad una donna col vag:
Far fronte alla frustrazione ed al rifiuto sessuale


Non è abbastanza frustrante vivere intorno ad una ragazza da cui sei attratto fisicamente, senza potere farci sesso spesso o mai?

A volte forse, e immagino che per i ragazzi piu' giovani lo sia probabilmente di piu'. Ma vedi, in primo luogo quello in caso era un MIO problema non il suo. Spetta all'uomo occuparsi della sua frustrazione e non lasciarlo pesare sulla donna. Non e' colpa sua se ha il vaginismo e forse ne ha anche buone ragioni, quindi lei non ha il dovere di alleviare la mia frustrazione e non dovrebbe essere incolpata o fatta sentire che sia anche un suo problema.
E poi, su cosa e' veramente basata la frustrazione sessuale? Parliamo solo della frustrazione puramente fisica o c'e' sempre di piu' di questo ?
Vedi, "frustrazione sessuale" e' solo una frase vuota ma ha sviluppato in qualche modo un valore intrinseco ormai per la gente, ma che cosa vuol dire?
La frustrazione è un desiderio non realizzato, e ci puoi aggiungere gli ormoni nell'equazione ecc, il bisogno di approvazione, ecc. Ma resta pur sempre solo un desiderio.
Ora, alcuni uomini magari capiranno che la loro frustrazione è minore confrontata col fatto che la donna non ha bisogno di pressione, o che non voglia fare sesso per le sue ragioni, ma spesso molti continueranno a fare in modo che quello che dicono e fanno, per quanto dolce, portino al LORO obiettivo, che e' di ottenere sesso.
Quindi credo sia giusto che gli uomini facciano attenzione ad usare la carta della 'frustrazione', particolarmente perche' a volte ci sono problematiche molto complesse dietro al vaginismo di una donna, un abuso sessuale ad esempio, ecc. quindi il sesso non dovrebbe neppure essere per nulla il centro dei loro pensieri, dato quei problemi ben piu' seri che hanno da affrontare, e invece spesso il sesso si trasforma nel punto principale da risolvere...

Ho capito. Il sesso diventa una soluzione semplice ai loro problemi complessi.
Come dire, l'uomo non riesce ad aiutarla ad affrontare i problemi derivati da un abuso sessuale, o le complessita' familiari che ha alle spalle ecc, ma focalizzandosi sul risolvere il suo problema sessuale, e risolvendelo, e' come si sentisse di averla aiutata a risolvere anche tutti gli altri suoi problemi.. E' cosi?


Sì.

E immagino che la loro frustrazione sessuale abbia a che fare anche col loro sentirsi rifiutati o falliti.

Aah, adesso si che arriviamo al punto.. Se un uomo si sente rifiutato, allora potrebbe cercare di capire come mai. Prova a farmi un esempio di una situazione pratica..

Ok, siete in casa insieme una sera, lei esce dalla doccia, è bella e sexy, tu ti avvicini a lei e la sfiori nella speranza che lei risponda ai tuoi gesti, ma invece ti sposta le mani e si allontana. Tu non ci resteresti male ?

Beh, prima di tutto io non mi avvicinerei a lei SPERANDO in una sua risposta positiva, sinceramente non credo che farei niente del genere. Sarebbe strano per me.

Quindi non prendi mai tu l'iniziativa? Non fai mai tu il primo passo?


Erhm.. Non penso che ci siano 'passi' da fare.. E' questo il nocciolo della questione.. Chi desidera seguire istruzioni? Il sesso e l'amore non sono come le istruzioni per montare un mobile!

Beh, in tanti desiderano le istruzioni evidentemente, o i libri sul sesso non venderebbero così bene! :)

Sì, desideriamo avere dei sistemi da seguire, ma allora quello che si ha non è reale. È un gioco.
Personalmente faccio quei passi quando sono al 100% sicuro che lei non li rifiutera'..

Per essere al 100% sicuro che non ti rifiutera' immagino che serva molta piu' comunicazione di quanta ne sento succedere tra le coppie, dove a volte lui torna a casa dal lavoro e dopo non averle parlato per magari 2 giorni interi la tocca sperando che lei sia ricettiva e abbia voglia di intimita'... E poi ci resta male se lei li respinge !!
Oppure la tua sicurezza implica che lasci che il 'passo' verso un qualcosa di sessuale venga per prima da lei. E' cosi ?

Forse... Te l'ho detto. Niente regole fisse altrimenti diventa un gioco. Diciamo che non faccio niente che la possa mettere in una situazione difficile, imbarazzante o dove non si senta totalmente libera di fare quello che veramente si sente..
Voglio che sia vera.. Tutto qua, ma e' difficilissimo rimanere veri in una relazione dove qualcuno vuole qualcosa di ben preciso dall'altro..


7. Sul vaginismo e sulla pressione ad essere sessuali


Tu hai letto il mio saggio universitario sulla compiacenza sessuale e quanto sia diffusa e hai ormai sentito parlare di storie di donne che sono state minacciate di divorzio se non si mettevano a curare il vaginismo o che non avevano desiderio sessuale alcuno ma per non perdere il partner o per sentirsi normali, hanno cercato una soluzione al loro vaginismo, anche forzandosi molto o usando tecniche o prendendo medicine che vedevano come una forzatura..
Quindi ci sono donne che stanno risolvendo il loro vaginismo senza veramente voler (ri)aprire la loro vagina, senza volere il sesso.
Che cosa pensi di tutto questo?

In primo luogo, se fino a 85-90% delle donne dichiara di aver fatto sesso senza volerlo, almeno una volta, come indicano tutti quegli studi nel tuo saggio, significa che hanno dovuto fare un certo genere di giudizio di valore, una scelta.. e questo a me dice che la loro libertà e' compromessa, che non sono libere in quelle relazioni...
Poiché molto probabilmente la maggior parte di quelle donne sarà in relazioni che considerera' piuttosto belle e rispettose, e allo stesso tempo pero' ammettono di fare sesso contro voglia, il che suppongo fa capire che viene accettato ormai come normale che in una coppia si debba fare quello che non si ha voglia o si debba essere quelli che non si e'..
Il che è terribile ed ovviamente rende i rapporti intimi umani di tutti i giorni piuttosto brutali...

E' interessante vedere che un numero abbastanza alto di uomini ha segnalato questa conformità, dicendo di aver fatto o aver ricevuto sesso controvoglia.
Il che suppongo è facile da ignorare come dato, la conformità sessuale dell'uomo non è visto come un problema perche' gli uomini di solito non vengono visti come vittime sessuali e se non fanno sesso o dicono di non volerlo fare, vengono visti come gay, effemminati, non veri uomini, e sono presi in giro.
La pressione dei pari e' enorme anche per gli uomini.
Quindi anche gli uomini non sono liberi sessualmente, ed io suppongono che l'impotenza ed il suo aumento anche tra i giovani possa essere collegato proprio a questi alti tassi di compiacenza sessuale, di sesso fatto senza veramente averne voglia. E forse l'impotenza e' la strada della ribellione per alcuni, un po' come il vaginismo per le donne.

Per quanto riguarda quelle donne che cercano di curare il vaginismo a tutti i costi, per aderire alle aspettative sessuali comuni, cioe' per poi finire per fare sesso quando non ne hanno voglia, beh, questo e' terribile ovviamente..
In qualche modo ho l'idea che certe donne stiano cercando la cura al vaginismo per poi dover compiacere qualcuno, non è tutto questo triste e violento?

8. Sugli uomini e il loro BISOGNO di sesso

Dimmi la verità: gli uomini hanno bisogno del sesso?

Ne hanno bisogno nel senso di 'morirebbero senza'?
Come razza, sì. Come individui, no, ma ti vorrebbero ovviamente far pensare il contrario! :)

Eppure per molti uomini sembra inconcepibile passare tutta una relazione senza sesso o senza far ricorso alla pornografia e sappiamo di molti uomini che si sentono quasi in diritto a fare le corna, o a far pressione alle loro partner affinche' si curino o a lasciarle, perche' dicono che gli viene tolto qualcosa di "vitale". Perchè ?

Beh, devi chiederti se la gente è capace di maturità o sta solo cercando una facile scappatoia. Nessuno chiede alle coppie anziane come facciano a vivere senza il sesso, come se diventassero persone completamente diverse da quando erano giovani.
Se gli uomini pensano che una donna DOVREBBE fare sesso con loro, ma non puo', allora certo che fanno pressioni per curarlo, e tutte le altre cose, e avanti cosi.
Ma DEVONO davvero? Le donne lo devono a qualcuno ?

Ma se qualcuno ti dicesse che per qualsiasi motivo dovrai fare a meno per sempre del sesso penetrativo, come ti sentiresti ?

Beh, guarda, immagino che direi: "oh, accidenti, non e' una gran notizia.." ma non sarebbe un gran problema..

9. Sulla pazienza degli uomini e dove finisce

Recentemente ho ricevuto un' email simile a questa da un marito frustrato, mi diresti come gli risponderesti tu per favore ?

"Mia moglie soffre di vaginismo ma non desidera iniziare il trattamento, lei continua a rimandarlo, come la convinco a curarsi?"

Ok, a curarsi da cosa?

"Dal vaginismo"

Perche'? Ha bisogno di una cura? Dov'e' che hai imparato che necessita per forza di una cura ?

"Beh, siamo sposati da 3 anni e il matrimonio e' ancora non consumato, non è normale! Sono stato molto paziente finora, ma mi sto stancando di sperare che si risolvera' mai questo problema"

Ok, quindi il tuo problema e' l'impazienza. A dire la verita' non penso che il vaginismo di una partner necessiti di pazienza da parte del suo ragazzo in quel senso.
Dicendo che sei paziente implica che ti stai aspettando qualcosa, che ti sei prefissato un risultato: una ricompensa per la tua pazienza, un successo, il sesso ecc. E quindi poi c'e' pressione ad arrivare a quel risultato, sia per te che per lei. Perche' ti sei prefissato quel risultato ?

"Perche' la amo e vorrei mostrarle il mio amore anche fisicamente e penso che sarebbe bello se solo mi lasciasse provare. È chiusa e non si fida ancora. Sto solo chiedendole di darmi una probabilità per provare a fare l'amore con lei. SO che sarebbe bello e glielo dico sempre. Ma deve cominciare a darsi da fare per curarsi, non posso curarla io!"

Si ho capito. (sorride). Scusa, non ho compassione per te. Prossimo paziente!!

Ma dove si comincia a parlare con gente del genere ?? Che con la scusa dell'amore mette pressione a una donna che ovviamente sente la pressione e non l'amore e ci credo che poi lei faccia resistenza..

Capisco come la vedi. Ma facendo per un attimo l'avvocato del diavolo qui, alcune donne pensano veramente che questi uomini davvero le amino molto e quindi leggono la frustrazione dei loro partner come un segno quasi d'amore.

Ho capito. Beh, secondo lo stereotipo romantico forse si, possono sembrare innamorati. Ma se togli lo stereotipo di amore che c'e' in giro e ti chiedi: l'amore rende una persona più comprensiva e paziente o piu' frustrata?
Non so. Immagino che spetti ad ogni donna (e uomo) rispondere e decidere se si sente piu' amata nel venir pressata a cambiare o piu' amata ad essere apprezzata cosi com'e'..
Ma quel che e' certo e' che la parola amore è una parola molto abusata. Quindi non mi fiderei di chi dice che per amore vuole che la sua donna si curi a tutti i costi dal vaginismo..

10. Sulla delusione dopo che il sesso e' possibile

Alcune donne, dopo aver risolto il vaginismo, protestano che il sesso non è comunque piacevole o che non riescono a raggiungere l'orgasmo ecc. e alcune, anche dopo averlo curato, tornano comunque al tipo di intimita' o sessualita' non penetrativa ma soddisfacente che avevano raggiunto prima coi loro partner.


Aspetta, ho notato che hai appena usato la parola raggiungere ('reach'). Questo e' solo un esempio di come ormai si usi comunemente la lingua dei terapeuti, delle aziende farmaceutiche.
Il sesso e' diventata una funzione o una disfunzione, l'orgasmo qualcosa da raggiungere altrimenti si "soffre di anorgasmia".. L'orgasmo come successo e' un'idea ridicola per me e naturalmente implica che la sua mancanza sia un prolema, il che e' cosi stupido da sembrare folle.
Cosa verra' poi ? La divisione degli orgasmi per categoria: argento, bronzo e oro forse...? E' stupido. Vedi che il linguaggio del sesso gia' e' opprimente di per se'.
Ma per me, alla fine della storia tutto ha sempre a che fare con l'attaccamento della gente al sesso e l'importanza che da' all'ottenerlo. E c'e' chi per ottenere questo piacere finge, mente, paga, abusa, forza, mette pressione, passa malattie, mette al mondo figli indesiderati.. forse perché è il sesso e' la loro unica possibilita' di fuga da se stessi...una droga a buon mercato, non lo so, ma la gente veramente sembra pensare che il sesso sia la cosa più importante, al di sopra di tutto.

Non mi stupisce che molte donne ti abbiano detto che dopo essere finalmente riuscite a superare il vaginismo, si siano sentite "conchiglie vuote" dopo il sesso con dei partner che era chiaro non le amassero nemmeno prima..
Quando c'e' amore, non c'e' aspettattiva, quindi non c'e' delusione, c'e' solo il momento presente da vivere al meglio, col cuore aperto, altrimenti e' tutta una presa in giro. E la maggior parte delle relazioni sono una presa in giro uno dell'altro perche' manca una forte onesta' di fondo, ma quel tipo di onesta' richiede una grande liberta' di esprimere cio' che si sente, e una grande comprensione reciproca e voglia di lasciarsi liberi..

11. Sull' essere intimi senza sesso

Una domanda personale. Dove prendi il tuo senso di intimita' con la tua compagna, se non proviene dal sesso?

Prima di tutto ti chiedo, cosa intendi tu per "intimita'"?

Per me personalmente o cosa si intende in generale?

Per te.

Per me essere intima con qualcuno vuol dire che condivido con lui qualcosa che non condivido con nessun altro, che con quella persona mi sento libera di mettere a nudo i miei pensieri piu' nascosti e sinceri, paure, desideri ecc. Ma e' intimita' se questa condivisione e' libera, se avviene perche' lo voglio, e liberamente, non come parlare con uno psicologo che e' pagato per ascoltare ma a cui non interessa nulla di te.

Ok, quindi ogni volta che vi comunicate qualcosa in profondità, che sia un bacio o un pensiero, se siete onesti e presenti al 100% in quel momento, allora c'e' intimita'.
State comunicandovi qualcosa ad un livello profondo e liberamente e vi sentiti capiti, e questo vi fa sentire uniti, e' cosi?

Esattamente...
E visto in questo senso il sesso è una forma di comunicazione come qualsiasi altra: se due non sono collegati in primo luogo, non sono sinceri al 100%, allora l'atto sessuale non dara' nessuna vera intimita' e se invece le due persone si sentono gia' legate dentro, il sesso può soltanto essere uno dei molti modi di esprimere quel legame, ma non sarà visto come imperativo o come il metodo migliore o necessario..

Esatto. Anzi, piu' manca quel tipo di connessione profonda in una coppia, emotiva e mentale, piu' e' probabile che i due cerchino affannosamente il sesso proprio per sentire di avere un'unione che in realta' non c'e'...

Eppure la maggior parte degli uomini usano la parola "intimita' " principalmente nel senso di intimita' sessuale, perche'?

:) Perche' suona meglio chiamarla intimita' che sesso.

Ho capito. Pero' e' vero che quando stai baciando qualcuno o stai facendoci l'amore con passione, ci si sente straordinariamente vicini all'altra persona, anche se appena per quei brevi momenti..

Esatto, come hai detto tu, "ci si SENTE piu' vicini"..
Non e' detto che si SIA piu' vicini...


12. Sul vedere il vaginismo come qualcosa di positivo"

La maggior parte della gente, terapeuti per primi, vede il vaginismo come un dramma enorme. Tu pensi che il vaginismo potrebbe in realta' essere funzionale per alcune donne o star mandando un messaggio da ascoltare per tutti?

Mi sa che abbiamo gia' parlato di questo prima, cioe' l'idea che il vaginismo in realta' possa ben essere un modo efficace che una donna ha di resistare alla pressione sessuale che le viene fatta in questa societa'!
E forse faccio un salto troppo lungo ma il vaginismo potrebbe anche essere un meccanismo di filtrazione per alcune donne, che fa loro evitare di finire in situazioni piuttosto incatenanti (gravidanza, matrimonio) con uomini non giusti per loro. Quindi per me le donne col vaginismo non hanno proprio niente di 'sbagliato', anzi, forse il loro corpo ne sa di piu' di tutti i dottori che cosa e' meglio per tutta la razza umana!
Forse il vaginismo e' come Che Guevara! Un ribelle. Forse dovreste esserne tutte orgogliose!! Forse e' il modo piu' naturale che le donne hanno di mandare a quel paese questa societa' ossessionata dal loro sesso, uno sciopero!
E' un'idea pericolosa, che non piacera' a chi vuole solo che vi curiate e che i livelli di compiacenza sessuale restino quelli che sono, ma a me pero' sembra un'idea giusta sai ?
Credo che questo sia il motivo per cui sento che il vaginismo non e' il problema, ma il modo in cui la gente guarda al sesso lo sia...
Torna Su


DISCLAIMER: Questo sito non e' disegnato per fornire consigli medici. Tutto il materiale e' stato raccolto dall'esperienza di centinaia di donne che hanno sofferto di vaginismo e da materiale scientifico ma serve solo come riferimento e non e' un sostituto di un'opinione di un professionista specializzato in vaginismo. Per favore, controllate bene il materiale qui presentato e riferitevi ad un medico specializzato, per qualsiasi bisogno specifico.