Home
For Women
For Practitioners
For Partners
Sex and Vaginismus
Vag. Central
Contact Us

Torna all'Indice


Dopo che la penetrazione è possibile: "E adesso?"

Sei finalmente guarita dal vaginismo, sei riuscita a inserire tutti i dilatatori, forse sei stata anche in grado di sostenere Pap test indolore, così hai provato il rapporto vaginale e 'raggiunto' la penetrazione senza sentire dolore&

Ma non hai provato niente. Non ti sei nemmeno accorta che fosse entrato tutto il pene. Non l'hai sentito. Non hai avuto un orgasmo. Non hai provato grande unione o abbandono. Non è stata una cosa naturale. Ti ha fatto ancora male.
E ti senti un po' un'idiota..

Come al solito penserai che alle altre sicuramente deve aver tremato il letto invece, soprattutto dopo aver letto alcuni posts dal titolo "L'ho fatto!!!!!!!!!!!!!" in alcuni gruppi di supporto, che sembra abbiano toccato il paradiso.

Per te è diverso. Lavete fatto, ma tutto sommato è stata una delusione. Forse sarai contenta di poter anche tu dire "L'ho fatto!", ma alla fine potresti chiederti quale è stato il vero guadagno nel fare sesso penetrativo e effettivamente se ne è valsa la pena fare tutto questo lavoro.

Ebbene, molte donne, una volta che sono finalmente in grado di farlo, rimangono deluse dal rapporto.Non sei la sola. Ciò è probabilmente dovuto al fatto che alla fine di un cammino così lungo ed estenuante per superare il vaginismo, ti saresti aspettata qualcosa di più di quanto realmente provi. Il nostro capitolo sulle aspettative sul sesso in effetti vuole evitare proprio questo tipo di risultato.

In special modo le ragazze piu' giovani tendono spesso a concepire il sesso penetrativo come quell'evento o rito di iniziazione che le rendera' DONNE, come fosse un momento magico con chissa' quale valenza trasformativa, e naturalmente poi capiranno che diventare una donna è molto di più che essere in grado di accettare un pene nel loro corpo.

Quindi, quello che possiamo dire è che se sei rimasta delusa da come è stato il sesso, o meglio, se stai ancora tentando di avere un rapporto completo, potresti chiederti che tipo di aspettative o tu o il tuo partner avete a riguardo del sesso penetrativo, in modo che siate pronti ad affrontare una possibile delusione relativa ad esse, e in modo che ne possiate parlare tra di voi.

Molte donne non solo non provano niente, soprattutto le prime volte, ma non osano confessarlo al partner che temono di deludere..
E cosi si comincia a fingere.
Questa mancanza di aperta comunicazione è molto piu' difficile da curare del vaginismo. Ci spingeremmo quasi a dire che se non siete in grado di parlare apertamente col vostro partner di quello che vi piace o non vi piace, di quello che sentite o non sentite (a letto e fuori), allora forse e' un bene che abbiate il vaginismo forse e che e' altro che c'e' da curare.

Perche' non ho provato quasi niente?

Alcune delle aspettative e delusioni che si hanno ai primi tentativi di rapporto penetrativo potrebbero semplicemente solo avere a che fare con la scarsa conoscenza di ciò che realmente si ha rispetto al sesso penetrativo, o per la mancanza di adeguate informazioni su come "praticarlo" prima che venga veramente bene, come scarsa conoscenza delle posizioni migliori per le prime volte ecc.

Nei seguenti paragrafi cercheremo di mostrarti alcune delle più comuni aspettative di modo che tu possa essere pronta e che possa avere unesperienza molto dolce e soddisfacente piuttosto che unesperienza deludente.

Libido bassa o Asessualità: quando proprio non ne hai voglia

Lessere in grado di avere rapporti senza dolore o senza ostacoli, non sarà uguale ad avere VOGLIA di fare sesso o essere in sintonia con i desideri sessuali del proprio partner.
Se la tua libido è bassa, per qualsiasi motivo, potrebbe essere per via dei tuoi livelli ormonali, o potrebbe darsi che tu sia ancora molto giovane e che cresca il tuo desiderio sessuale fra qualche anno, o al contrario, potresti essere su di età e il tuo corpo sta indirizzando l'energia sessuale per cose al momento piu' importanti per te.
Chi decide quando la libido e' bassa o alta ? Hai la libido che hai. Punto e basta. Non forzarla se puoi.
Il desiderio verrà e sparirà a onde, come la luna che cala e cresce, non aspettarti che sia sempre una costante fissa. Anche se certe onde di assenza di desiderio durassero anni, non è detto che poi per coincidenze varie non arrivi tutto all'improvviso ad inondarti.
Se la forzi adesso invece, le cose potrebbero peggiorare e comunque, non saresti naturale, saresti falsa.

Rispetta il livello di libido che hai. Goditi l'intimita' col tuo partner in tutti gli altri modi che VUOI e che volete insieme. Chissa' un tale rispetto e un tale rilassamento a cosa puo' portare...

Non ne ho voglia ma l'ho fatto per lui

Purtroppo, uno dei rischi del concentrarsi sul guarire il vaginismo, senza prima chiedersi se il partner con cui stai merita di fare sesso con te, è quello che potresti legarti ad una persona che non ti piace veramente o verso la quale non provi reale ammirazione o sentimenti profondi, o peggio ancora, potresti rimanere invischiata in una relazione dannosa e senza tatto con quella persona o addirittura di rimanere incinta.
Purtroppo la conformità sessuale o compiacenza nellambito di una relazione consensuale è un problema molto grave e diffuso e speriamo che penserai due volte prima di scegliere di dover fare sesso con qualcuno, anche se dovesse essere tuo marito.
Piu' del 90% delle donne afferma di aver fatto sesso senza voglia almeno una volta con i loro partner. Anche molti uomini in realta' hanno ammesso di farsi avanti e prendere l'iniziativa non per desiderio ma per non far preoccupare la partner o per non pensare di esser diventati gay o per altri motivi.
Se ti ama, non ti farà MAI pressioni per avere rapporti sessuali con lui, soprattutto e semplicemente se sa che non ti dà piacere e non ti attira. A questo punto, potrebbero esserci comprensibili ragioni per cui non ti piace il sesso in quanto tale, per il semplice fatto che non riesci ad avere piacere a farlo. La situazione potrebbe cambiare con il tempo, magari imparando posizioni diverse o semplicemente cambiando partner. Ma in generale, bisogna dire che non dovresti sentirti sotto pressione nonostante non VOGLIA fare sesso. Proprio come ci sono orientamenti omosessuali e eterosessuali, ci sono state alcune interessanti scoperte di come ci possa essere anche un orientamento "asessuale".

Asessuato o non (uomini e donne a cui semplicemente non piace il sesso o che credono che il sesso sia inflazionato) forse è solo unaltra definizione che purtroppo giudica le persone a seconda del loro orientamento sessuale, che troviamo sinceramente molto superficiale.
Bisogna vedere se le persone hanno la capacità di amare, andrebbero giudicate solo in base a quello e rispettate.

Quindi, se ritieni di non avere uninclinazione sessuale, sai che ti diciamo? E giusto, non sei l'unica e non è la fine del mondo. E giusto il tuo modo di essere e puoi ancora amare ed essere amata. Anche alcuni uomini si sentono in questo modo, credici, ma gli uomini, rispetto alle donne, ricevono ancora più pressioni dalla società, nel provare che a loro piacciono le donne, che a loro piace il sesso e che vogliono farlo quanto più possibile. Quindi sarà più difficile per loro dire ehi, non è un grande problema per me, io sto bene anche solo abbracciandoti o parlandoti&
Legittima i tuoi sentimenti e il tuo corpo. Se il tuo partner ha desideri diversi dai tuoi (ricordati solo questo, non sono BISOGNI), potresti chiedergli chiaro e tondo se sta con te solo per soddisfare i suoi desideri o per qualcosa di più profondo e più significativo. SE cè amore in una relazione ("molta virtù in un SE", scriveva Shakespeare), potresti affrontare a viso aperto il tuo partner e dirgli: "Non credo che mi verrà mai voglia di fare sesso", e se dovesse rivolgersi a te e dire "oh, va bene, certo, nessun problema", entrambi potreste continuare a fare tutto ciò che si può fare insieme o che si fa per le altre persone o per i vostri figli, e stare bene senza alcuna necessità di una terapia di coppia, divorzi, abusi sessuali, tradimenti, violenza sessuale coniugali, e altre cose terribili che purtroppo ancora succedono alle donne che bene o male non se la sentono di concedersi.

Quando manca la spontaneità e cè bisogno di fare esercizi di dilatazione prima del rapporto penetrativo

Una volta che il trattamento ha avuto successo, in quanto sarà in circa il 90% dei casi, alcune donne credono o si sentono garantite che non avranno mai più problemi col sesso penetrativo.
Tale dichiarazione non è del tutto errata, ma ha bisogno di qualche spiegazione. Almeno per un po di tempo, potrebbe essere ancora leggermente faticoso: il sesso non sarà facile e sfacciatamente semplice. Il sesso non sarà un "bang - è dentro"! Wooh-hoo!" tipo di esperienza che avviene nella maggior parte dei casi. Potrebbe ancora essere necessario fare esercizi di dilatazione un pochino prima del rapporto. Soprattutto per i primi mesi o anni dopo che il vaginismo è stato trattato, non è raro che le donne abbiano ancora bisogno di utilizzare dilatatori o di rilassarsi appena prima di avere rapporti o integrarli con i preliminari e di dover rendere latmosfera tranquilla quando si inserisce il pene del partner. La vagina è elastica ma ci sono molti muscoli laggiù che la mantengono tuttaltro che elastica, il che significa che anche le donne che non hanno mai sofferto di vaginismo, dopo aver attraversato un lungo periodo di inattività sessuale, avranno bisogno di un po di tempo e di un amante gentile prima che i loro muscoli possano aprirsi di nuovo automaticamente senza dolore o fastidio. Se il partner è affettuoso e il sesso non è pieno di aspettative, qualsiasi cosa sarà necessario fare per la donna per sentirsi tranquilla non sarà un problema. Sarà fatto. A chi importa se non è sesso selvaggio?

L'amore che condividete e il fatto che siate entrambi lì solo per godere della vostra compagnia e non per RAGGIUNGERE qualche obiettivo, sostituirà la spontaneità e tutti gli orgasmi che vi perderete&

Quando è ancora doloroso

Fate un passo indietro, provate a tornare agli esercizi di dilatazione e restare piu' tempo sull'ultimo dilatatore. Forse avete fatto il passo piu' lungo della gamba.
Oppure potreste avere altri problemi che prima non erano saltati fuori, come la vulvodinia.
Che tipo di dolore provate? Descrivetelo nei dettagli e poi provate a parlarne in qualche forum, gruppo di supporto o con la vostra ginecologa.

Potrebbe non essere il vaginismo, specialmente se c'e' molto bruciore nell'area vaginale.

Quando torna ad essere doloroso

Abbiamo già descritto in una delle Idee sbagliate sul Vaginismo il numero di siti web e di terapeuti che dichiarano che una volta guarite, non ci sarà una ricaduta o il sesso non sarà più un problema.
Questo può essere MOLTO fuorviante e causa di forti sofferenze e delusione. Le vagine non sono dei robot. NESSUNO è in grado di prevedere come si comporterà quando si tenta il rapporto, OGNI momento potrebbe essere diverso, e visto che molte cose influenzano i nostri momenti amorosi non è difficile capire come in certi giorni il sesso può essere semplice mentre invece in altri può essere ancora doloroso.
Qui di seguito ci sono alcuni dei principali motivi che potrebbero rendere il sesso ancora doloroso dopo aver avuto qualche volta rapporti indolore. Potrebbe esserne uno o più associati. Potrebbe essere qualcosa di fisico o psicologico, o di entrambi. Potrebbe essere necessario consultare un medico, cambiare il vostro partner o saperne di più sulla vostra vagina.
In entrambi i casi, ci auguriamo che, sia tu che il tuo partner, godiate tanto insieme del vostro amore così profondamente che non riuscire ad avere rapporti non significherà pioggia sulla vostra parata (che la festa è rovinata).

Se cè amore e comprensione, dovreste già essere molto felici e sentirvimolto fortunati, basta darsi uno sguardo intorno, che non è facile trovare qualcuno che vi ama veramente nellintimo e che gli piacete semplicemente per come siete. Quindi, ci auguriamo che la mancanza di sesso o i rapporti dolorosi non rovinino questa sensazione. Sarebbe un grande spreco...

Quando non provi piacere (Anorgasmia)

Molte donne si lamentano del fatto che possono avere rapporti ma non provano piacere. Non raggiungono lorgasmo e a volte non sentono proprio niente, neppure se il pene e' entrato.
Prima di tutto, l'orgasmo non dovrebbe essere il traguardo di ogni incontro sessuale. È stato osservato in alcuni studi come le donne possono non avere la necessità di raggiungere lorgasmo: in fondo, finché c'è stata una grande intimità emotiva durante il sesso, ci si può ritenere pienamente soddisfatti, perciò gli uomini non devono fare pressioni perché esse lo "raggiungano". O per lo meno non ogni volta che fanno sesso.

Ciò detto, inoltre le donne non dovrebbero fare sesso per compiacere i loro partner mentre stanno lì ferme come mummie non provando niente.
Nonostante oggi la tendenza sia quella di dare tutta la colpa agli ormoni o allincapacità sessuale, sembra comprensibile che le donne (e gli uomini) quando ricevono piacere da un rapporto sessuale sono sempre quelle più innamorate e attratte fisicamente ed emotivamente dai loro partner e che si sentano amate e desiderate solamente tanto quanto più amano e desiderano il proprio lui (o lei).
Se non vi è intimità, amore, attrazione da ambo le parti, sembra improbabile che il rapporto sessuale porterà un profondo e duraturo appagamento. Qualcuno potrebbe vantarsi dicendo che il miglior sesso che ha mai fatto è stato con un ragazzo/ragazza standoci solo per una notte ed è stato unicamente 'animalesco'. Va bene. Ciò possiamo anche prenderlo per buono, se poniamo però il piacere unicamente su una scala di valori fine a se stessa.
Ma di solito il miglior sesso o bacio che le donne (e anche gli uomini!) ricorderanno con più piacere negli anni sarà quello in cui hanno dato TUTTO loro stessi, cuore e corpo... e dove c'e' stato uno scambio di qualcosa di profondo, o di sorprendente.

Quindi, prima di dare il via a un qualsiasi tipo di terapia ormonale, prima di sentirti tentata di provare una specie di Viagra rosa o blu, potresti approfondire meglio la questione sul bisogno di avere un orgasmo, sul tuo bisogno di intimità emotiva, sullattrazione emotiva per il tuo partner, sullimmagine di te e dirigere il risultato verso le tue vere risposte. Per esempio, avere unimmagine negativa di sé sembra molto legato a non essere capace di lasciarsi andare sessualmente. Ancora una volta la donna viene accusata ingiustamente, senza considerare già la terribile pressione sul non sembrare a tutti i costi brutta, grassa, piatta, ecc., che ci circonda tutti i giorni...

A questo punto, non essendo in grado di lasciarti andare completamente può essere un sintomo che non ti senti completamente a tuo agio con il tuo corpo per come lo vedi, o con il tuo partner, e può essere utile lavorare su questi aspetti e sulle pressioni alle quali sei sottoposta, piuttosto che trovare il modo per ingannare il tuo corpo ad avere esperienze piacevoli quasi da far crollare la tua coscienza.
A lungo termine ti aiuterà molto di più e ti eviterà ulteriori sofferenze... Sii coraggiosa, dai valore alla tua vagina! Quello che prova, o non prova, e' spesso legittimo.
Vedi cosa puoi cambiare tu (o il tuo partner) che faccia cambiare anche lei di conseguenza, ma cerca di non partire pensando che sia la tua vagina che ha qualcosa di sbagliato..

Possibili cause di rapporti dolorosi dopo aver curato il vaginismo

1. DISPAREUNIA e Vulvodinia.
Il vaginismo non è l'unica causa di sesso doloroso. Verificare l'articolo sulla Dispareunia per avere un elenco dei comuni problemi di salute che potrebbero essere causa di dolore durante il rapporto dopo aver risolto il vaginismo. Consulta un medico e scopri se potrebbe essere uno di questi motivi, ci saranno probabilmente trattamenti per la maggior parte di essi.

2. ALLERGIE, SANGUINAMENTI, INFEZIONI, ALTRI PROBLEMI DI SALUTE.

3. ERRATA POSIZIONE, SCADENZE, TEMPI, PRELIMINARI ecc.
Se si tratta di uno di questi problemi, la buona notizia è che presto troverete ciò che funziona per voi. Potrebbe essere solo una questione di tempo per far abituare il tuo corpo e di ciò che ti piace veramente o di cui hai bisogno prima e durante il sesso. Potrebbe essere divertente sperimentare ciò che funziona! Per ulteriori informazioni, puoi anche visitare la breve sezione sulle posizioni e la circoncisione.

4. PARTNER SBAGLIATO
Questa è dura da sentire. I seguenti paragrafi sono stati criticati o interpretati male quindi cercheremo di riformulare questo concetto.
Se ami il tuo partner, se lo dimostri a lui (lei) come desideri e come puoi, nel tuo unico modo, e se anche lui ti ama e te lo dimostra alla stessa maniera, allora naturalmente anche se non sei in grado di avere rapporti sessuali con lui, non vuol dire che non ti ama o che sia il partner sbagliato, e dovrebbe essere abbastanza chiaro per te capire se ti dà amore o meno e se ti senti o meno amata e se sei una persona migliore con lui che senza di lui.

Se non sei sicura che il tuo partner sia quello giusto o se invece il tuo partner non ti dimostra amore o non ti fa sentire amata, potresti cominciare a considerare che il vaginismo possa essere un modo per il tuo corpo di lanciarti un segnale chiaro per tirati fuori da quella relazione.
Un buon numero di donne con le quali abbiamo già parlato in gruppi di sostegno, si sono rese conto, solo dopo aver trovato un nuovo partner comprensivo e che le supportava, che il vaginismo è stato molto protettivo per loro prima di intraprendere relazioni malsane. La cosa è capitata spesso quando i loro ex partner sono stati offensivi e aggressivi, o sembravano stare con loro solo per i propri benefici o solo per fare sesso, o quando sono stati insensibili, quando le hanno offese, quando non sono stati disponibili nellaffrontare con loro il vaginismo ecc.
In certi casi, con un nuovo partner il sesso è stato improvvisamente piuttosto facile e possibile, (ricorda che il vaginismo può essere circostanziale), o ci sono riuscite attraverso il processo di dilatazione avendo un partner che le supportava, il quale ha fatto la grande differenza per loro. Quindi stiamo solo dicendo che si tratta di una possibilità che il vaginismo possa essere un avvertimento che il tuo partner non sia quello giusto, non intendiamo dire che non essendo capaci di fare sesso con lui SIGNIFICA che egli sia il partner sbagliato poiché sarebbe molto stupido supporre che lo sia in TUTTI i casi.

Nella nostra sezione IDEE SBAGLIATE sul vaginismo, abbiamo cercato fin dall'inizio di includere che uno dei miti è quello che le donne con il vaginismo non sono sessualmente attratte dai loro partner, così ci auguriamo, sia ben chiaro, che la possibilità che il tuo partner non sia quello giusto per te, sia solo UNA possibilità.

Mentre per alcune coppie il sesso è veramente usato come una delle tante espressioni damore da condividere, per altre il sesso è usato per mascherarlo e per nascondere i problemi senza affrontarli o per compensare una mancanza di vera intimità fra i due. Il vaginismo è ancora una volta un grande strumento, poiché non dà alcun modo alla coppia di nascondersi e può far capire alla donna molto chiaramente se cè amore o no nella relazione. Tu meriti qualcuno da amare e che ti ami, forse è ciò che la tua vagina ti sta dicendo.

Quando dopo il sesso non aumenta l'intimità col tuo partner

Per farla breve... Noi sosteniamo fermamente che se non cè un forte legame emotivo tra te e il tuo partner PRIMA di riuscire ad avere rapporti indolore, di sicuro non troverai unenorme differenza di intimità quando sarai in grado di fare sesso senza dolore... E perchè dovresti?

Prima ancora di cercare di risolvere il vaginismo e investire su tutto quello che comporta, chiediti cosa provi veramente per il tuo partner e sii totalmente onesta& Il sesso probabilmente non cambierà molto le cose. Può rendere più profondo un legame già forte, ma sarebbe piuttosto strano se ne creasse realmente uno laddove in prima istanza non cera... Ovviamente potrebbe sembrare così, soprattutto allinizio, o in quei momenti, ma noi ti stiamo solo mettendo in guardia contro uno strano aumento di intimità se non esisteva già una profonda intesa fra di voi. Questo è tutto...

Quando il sesso non ti ha cambiato la vita come pensavi

Se il vaginismo non è stato l'unico problema di cui ti stai occupando nella tua vita, allora potresti avere l'aspettativa sotto sotto che una volta in grado di risolverlo, si risolveranno improvvisamente anche molti altri problemi.
Magari dici che sei single e perciò sei depressa, potresti pensare che è a causa del tuo vaginismo e che, dopo aver risolto il problema da sola, sarai in grado di uscire con un ragazzo e fidanzarti e vivere per sempre felice e contenta o qualcosa del genere...
Potresti illudere che sia la tua inabilita' ad avere rapporti penetrativi che ti ha impedito di trovare l'anima gemella, ma credici, le anime gemelle non importa un fico secco di quello che puo' fare o non fare la tua vagina.
Sono anime dopo tutto ;)

Potrebbe anche essere, ma si può anche risolvere il vaginismo e scoprire che sei ancora esitante a uscire con un uomo o ad avere fiducia in lui. E sai cosa? Può essere una sensazione molto valida quella che hai. Innanzitutto, perché vuoi provare e sforzarti di credere in loro? Forse sta a loro conquistare la tua fiducia, tu non devi continuare a mettere alla prova, a cambiare e aggiustare quello che sei...!
Essere penetrata non altera la tua essenza, la tua anima, e ringrazia il cielo per questo... Altrimenti le vittime di abusi sessuali non guarirebbero mai...
Così, in conclusione: la tua essenza come persona e lessenza del vostro rapporto non saranno facilmente alterate dopo aver risolto il tuo vaginismo. Quindi, prima di concentrare tempo ed energie su questo tema, forse sarebbe meglio concentrarti prima sulla tua anima o sul tuo rapporto e essere molto onesta e forse credere più in te stessa, prima di provare a cambiare...


Torna Su


DISCLAIMER: Questo sito non e' disegnato per fornire consigli medici. Tutto il materiale e' stato raccolto dall'esperienza di centinaia di donne che hanno sofferto di vaginismo e da materiale scientifico ma serve solo come riferimento e non e' un sostituto di un'opinione di un professionista specializzato in vaginismo. Per favore, controllate bene il materiale qui presentato e riferitevi ad un medico specializzato, per qualsiasi bisogno specifico.